Sana devianza

Anna Schoff è un soprano lirico americano tuttora in attività nel suo paese e nei maggiori teatri europei.

Girovagando in rete ho scoperto un suo interesse per la composizione vocale sperimentale, coadiuvata dal marito, anch’egli celebre artista lirico, che si cimenta però nel supporto audio-elettronico.

Ho trovato interessanti:

Ciò che più mi ha colpito è il fatto che siano artisti provenienti dalla cultura lirica.

Il mio stupore è dato dalla convinzione abbastanza comune che la categoria dell’artista lirico spesso assuma connotazioni da circolo elittario; sovente ho sentito affermazioni allucinanti da artisti di fama, del tipo

  • oltre la lirica, il vuoto
  • la vocalità lirica è quella pura, naturale, l’unica!
  • si canta solo in un modo, il nostro
  • vocalità barocca? Arrghh! …Ma cos’è?
  • canto degli armonici? Idem
  • la musica contemporanea si ferma a Puccini, Ravel e Shostakovich

Colpa, perchè colpa è, di una certa mentalità didattica manieristica inculcata da taluni insegnanti ottusi che badano a formare più l’esteriorità che il contenuto, restringendo sempre più nell’apprendista l’angolo di visuale della realtà (anche storica) dello sviluppo musicale.

Quindi per me ben vengano queste sanissime devianze.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s