Email diffida

Se qualcuno dovesse ricevere una mail da un fantomatico avv. Santarelli, non clicchi sui due link. Si tratta dell’ennesima truffa (per me è la prima subìta, anche se evitata).

Ecco la mail senza i link:

Egregio Signore/a
Come da Raccomandata a.r.

Oggetto: Messa in mora del debitore ex art. 1219 c.c.

La mia assistita mi informa che a tutt’oggi risulta un credito nei Vostri confronti dicomplessivi €. 900,00, come risulta dalla documentazione allegata.

Per quanto precede Vi rendo noto che, in difetto di ricezione, entro e non oltre dieci giorni dal ricevimento della presente, del complessivo importo di €. 900,00 oltre gli interessi dal dovuto al saldo di € 670,00, agirò legalmente nei Vostri confronti, con sensibile aggravio di spese.

Rimango in attesa di un Vostro riscontro in merito – nel termine di cui sopra – e distintamente Vi saluto.

Avv. Ubaldo Santarelli

In questo bel blog descrizione del trojan e istruzioni per la sua eliminazione.

 

2 thoughts on “Email diffida”

  1. Salve Marco, ho subito tre giorni fa la truffa di cui sei stato vittima anche tu (ora mi sento meno stupida per esserci cascata..). Ho aperto la mail perchè ho una causa in corso e proprio in quei giorni c’era stata la prima udienza. Quindi presa dal panico ho cliccato…ma quando ho visto l’allegato .exe ho chiuso e cancellato la mail. Peccato che fosse troppo tardi ormai..Per farla breve, nelle 4 ore in cui il pc era acceso, sono state fatte 1800 euro di telefonate ad un numero 899. Chiamato il tecnico del pc, ho scoperto che oltre ad avere l’adsl ero ancora collegata alla linea analogica. I tecnici telecom che mi avevano installato la borchia adsl non avevano rimosso la vecchia linea.
    La telecom mi ha detto che devo pagare la bolletta e poi fare denuncia…dimmi che non è vero, please!!! Grazie, chiara

  2. Dunque, io mi sono fermato prima di cliccare, tu hai avuto la sfortuna di aspettare probabilmente un avviso simile per una causa in corso ed è andata come è andata (e in ogni caso non devi sentirti stupida). Purtroppo non saprei come consigliarti, ma direi di consultarsi con un avvocato.
    Se sento di casi simili al tuo ti avviso.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s