Formante del cantante 2

Distinzione tra voce maschile e femminile ?
No, pensiamo all’estensione vocale in senso totale ovvero dell’essere umano.
I bassi, baritoni, tenori e contralti risultano essere più timbrati rispetto alle voci femminili acute; da ciò si può dedurre come analizzando il suono vocale di una soprano la formante alta di canto (o rinforzo formantico, o extra formante) sia di bassa intensità, se non del tutto assente.

La sensazione di suono brillante (che non è sinonimo di timbrato) tipico dei soprani è infatti determinato più che dalla scarsa rilevanza della formante alta di canto quanto dalla maggiore intensità rispetto alle altre voci delle prime componenti armoniche.

In alcuni casi il 1° armonico coincide con il 1° formante, data la sua elevata intensità.

 

 

soprano.png

soprano anonimo – il 1° formante coincide con la 1° componente armonica

 

Questa sensazione di brillantezza sopranile si ottiene

aumentando negli acuti l’apertura della bocca.

Quindi si evince che:

  • nelle voci maschili o di contralto noi avvertiamo soprattutto l’intensità della formante alta di canto
  • nelle voci femminili acute avvertiamo la frequenza fondamentale F0 potenziata dalla sovrapposizione della prima formante.

 

 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

vocal analysis and sound experimentation – tertium.auris@gmail.com

%d bloggers like this: